Il Festival Verdi dedica un’esclusiva festa in musica al compositore più amato del mondo, nel giorno del suo 204° compleanno. La traviata, Rigoletto, Il trovatore e i grandi capolavori del Maestro rivivranno nelle voci di alcuni dei più grandi interpreti verdiani accompagnati al pianoforte. Musica e parole, aneddoti e curiosità raccontati da un grande studioso, per scoprire i tanti volti di Giuseppe Verdi: uomo, artista, agricoltore, mecenate, politico. A concludere la serata, una grande torta di compleanno e un brindisi sulle note di Traviata.

Teatro Regio di Parma

martedì 10 ottobre 2017, ore 20.00 fuori abbonamento

Durata complessiva 2 ore circa, senza intervallo

 

 

GALA VERDIANO

 

Musiche
GIUSEPPE VERDI

 

Soprano
ANNA PIROZZI

Mezzosoprano
MARTINA BELLI

Tenori
JOHN OSBORN, STEFANO LA COLLA

Baritono
ROBERTO DE CANDIA

Pianoforte
BEATRICE BENZI

Interventi di
FRANCESCO IZZO

 

Jérusalem
“L’infamie... O mes amis, mes frères d’armes”
John Osborn

La forza del destino
“Toh, toh!... Poffare il mondo!”
Roberto de Candia

Oberto, Conte di San Bonifacio
“Un giorno dolce nel core... Oh, chi torna l'ardente pensiero... Più che i vezzi e lo splendore”
Martina Belli

Macbeth
“Ah, la paterna mano”
Stefano La Colla

Un ballo in maschera
“Ecco l’orrido campo… Ma dall’arido stelo divulsa”
Anna Pirozzi

Rigoletto
“La donna è mobile”
John Osborn

Un ballo in maschera
“Alla vita che t’arride”
Roberto de Candia

Nabucco
“Oh dischiuso è il firmamento!”
Martina Belli

Macbeth
“La luce langue”
Anna Pirozzi

La traviata
“Lunge da lei... De’ miei bollenti spiriti... Oh mio rimorso, oh infamia”
John Osborn

La forza del destino
“Pace, pace, mio Dio”
Anna Pirozzi

Un ballo in maschera
“La rivedrà nell’estasi”
Stefano La Colla

Un ballo in maschera
“Ahimè! S'appressa alcun!... Odi tu come fremono cupi”
Anna Pirozzi, Stefano La Colla, Roberto de Candia